PISCICOLTURA DI BRUSIMPIANO

Un po' di storia

La costruzione della piscicoltura di Brusimpiano fu iniziata nel1926 e terminata nel 1929. La mano d’opera gratuita era prestata dai membri dell’UNIONE PESCATORI DEL CERESIO, i quali, avendo notato la diminuzione del loro pescato, pensarono di costruire una struttura adatta alla riproduzione e all’allevamento del pesce da immettere poi nel lago Ceresio e nei suoi affluenti, così come avviene ancora oggi.La struttura della Piscicoltura, situata nei pressi del torrente Trallo di cui utilizza le acque, è di proprietà del comune di Brusimpiano che ne ha affidato la gestione all’Unione pescatori del Ceresio, la cui attività è coordinata dalla provincia di Varese e si avvale della consulenza scientifica di esperti ittiobiologi.L’impianto ittiogenico, che ha una capacità produttiva annuale di circa 5.000.000 di avannotti di coregone e di circa 500.000 avannotti di trote, si avvale di moderne vasche nelle quali è possibile far completare ai pesci tutte le fasi dello sviluppo e di vasche interrate della capacità di 20 metri cubi d’acqua, nelle quali i pesci possono raggiungere lo stato adulto e divenire idonei alla riproduzione.

241315747_4710130319005742_6745273809025679044_n.jpg